Cos’è il terriccio?

Il terriccio è un composto di terra, vegetali e minerali necessario alla crescita ed allo sviluppo di una pianta. Nello specifico, ogni pianta ha bisogno di un differente terriccio, ideale per composizione, caratteristiche chimico-fisiche e ph, che permettano un corretto apporto idrico e rilascio di sostanze nutritive. Il terriccio viene utilizzato sia per la crescita delle piante in vaso, che per le serre e i giardini, la scelta della corretta miscela di sostanze ed elementi è quindi fondamentale per la buona riuscita di una coltivazione, dalla singola piantina in vaso, fino ai campo da calcio.

Da cosa è composto il terriccio?

Il terriccio è composto da terra, scarti vegetali e parti drenanti – che possono essere argilla, lapilli, ciottoli o sabbia -. In base al tipo di terreno utilizzato, il terriccio avrà proprietà e caratteristiche diverse e sarà più o meno adatto per una pianta piuttosto che per un altra. Esistono principalmente tre tipologie di terreno per la creazione di terriccio :

  • terreno sabbioso : molto sottile e leggero, particolarmente indicato per l’assorbimento dell’acqua anche se con minore apporto di sostanze nutritive
  • terreno calcareo : asciutto, particolarmente ricco di silice e calcio
  • terreno argilloso : costituito principalmente da argilla

Tipi di terriccio

Esistono molteplici varietà di terriccio, ma una grande distinzione si può fare sulla tipologia, tra terriccio naturale e terriccio per coltivazione. Il terriccio naturale è quello nel quale nascono spontaneamente specie vegetali già presenti in natura. Il terriccio da coltivazione è invece un terriccio creato dall’unione di terreno naturale e sostanze nutritive specifiche, che possono essere vegetali, minerali e organiche, ideali per la crescita di determinate piante. Il terriccio da coltivazione è composto da una parte vegetale, una parte inerte composta da sabbia, pomice o ciottoli ed una parte argillosa, quest’ultima parte ideale per un effetto drenante sulla pianta. I terricci più diffusi, sono composti unendo torba, residui vegetali e humus. In ogni caso, ogni pianta necessita di un terriccio dalle caratteristiche specifiche :

Terriccio universale

E’ quello più diffuso, si tratta di un terriccio industriale composto da diverse tipologie di torba – torba bianca, torba nera e torba rossa -, humus, corteccia e sostanze organiche vegetali. I vari componenti vengono miscelati in quantità differenti, in base alla pianta da coltivare. Esistono terricci universali per piante da giardino, per serre, per vivaismo e per giardino.

Terriccio per piante in vaso

Ogni pianta necessita di uno specifico terriccio e per trovare il migliore è necessario conoscere a fondo le caratteristiche della pianta stessa. Principalmente, le piante in vaso hanno bisogno di un terriccio che mantenga un buon livello di umidità, che sia soffice e drenante. Il terriccio per le piante in vaso deve essere arricchito con sostanze nutritive e deve poter mantenere il giusto livello di umidità, in modo tale da non far marcire le radici della pianta. La composizione ideale per il terriccio per le piante da vaso è torba, humus, sabbia, roccia vulcanica e concime organico.

Terriccio alberi da frutto

Il tipo di terriccio da utilizzare per la coltivazione di alberi da frutto dipende sia dalla tipologia di pianta che dalle proprietà del terreno naturale. Si potrà optare quindi per un terriccio drenante se il terreno è particolarmente duro e non favorisce il passaggio dell’acqua, o di un terriccio più duro se bisogna limitare la permeabilità del terreno.

I terricci di Agricola2000

TERRICCIO PER SERREPiante AnnualiPiante PerenniSemina

TERRICCIO PER VIVAISMOAgrihumus VivaismoAgritorf Vivaismo

TERRICCIO PER TAPPETI ERBOSIFormazione manti erbosiPrati e campi di calcioRigenerazone manti erbosi

TERRICCIO PER GIARDINICiclamini e BulboseGerani e SurfinePiante AcidofilePiante da AppartamentoPiante GrasseTorba BiondaUniversale Banda NeraUniversale Banda Rossa

TERRICCIO PER GIARDINI PENSILI