Campo Sportivo

Come Fare un Campo Sportivo?

Due sono i metodi per realizzare un perfetto campo di calcio. In entrambi occorre innanzitutto garantire un adeguato drenaggio.

1) Con il primo metodo occorre riportare uno strato di 10 centimetri di Terriccio per Tappeti Erbosi e  miscelare ai primi 15-20 centimetri di terreno sottostante. Porre alla base dello strato miscelato tubi drenanti del diametro di 5 centimetri alla distanza di metri 5 l’uno dall’altro. Stendere quindi a finitura uno strato di 5 centimetri di Terriccio per Tappeti Erbosi su cui porre un prato rotoli oppure seminare.

2) Con il secondo metodo occorre scavare delle trincee, alla distanza di metri 5, profonde circa 40 centimetri, nel suolo esistente e stendervi poi tubi drenanti da cm 5 di diametro. Riempire dette trincee con del Lapillo Rosso Vulcanico granulometria 11-14 mm. Formare quindi i drenaggi superficiali scavando dei solchi di circa 30 centimetri  distanti un metro l’uno dall’altro e trasversali ai tubi di drenaggio in modo che si intersechino con essi. Riempire i drenaggi superficiali con altro Lapillo Rosso Vulcanico. Stendere a finitura uno strato di 10 centimetri di terriccio per Tappeti Erbosi. Seminare o porre del prato rotoli.

Il Lapillo Vulcanico ha la funzione di drenare e convogliare verso il tubo drenante l’acqua in eccesso che verrà così evacuata all’esterno del campo di calcio. Il Terriccio per Tappeti Erbosi con l’apporto di un mix di sabbie vulcaniche forma così un ambiente ideale per la formazione di un fitto apparato radicale.

Nel caso si voglia ripristinare un manto erboso esistente, procedere come indicato nella rigenerazione di tappeti erbosi, utilizzando il terriccio Rigenerazione Tappeti Erbosi.

Rispetto ai terricci tradizionali che utilizzano sabbie silicee, il Terriccio per Tappeti Erbosi di Agricola 2000 è composto da Torba Bionda e Vulcamix, un mix di sabbie vulcaniche dalle proprietà particolari. Le sabbie vulcaniche hanno infatti granuli microporosi che riescono a drenare l’acqua in eccesso ed al contempo trattenerne una parte rendendola disponibile nel tempo. Ma ancora, le sabbie vulcaniche contengono Zeoliti che catturano gli elementi nutritivi, evitano il dilavamento degli stessi e li rendono utilizzabili alle radici. Altra differenza con le sabbie silicee è questa. Tutti abbiamo camminato sulla sabbia d’estate rischiando di ustionarci. Ebbene, le sabbie vulcaniche essendo di struttura alveolare, mai riuscirebbero a scottare. Questa capacità di ridurre le escursioni termiche si traduce in un notevole vantaggio per il manto erboso nei periodi di caldo e freddo intenso.