Colture Protette

Come Utilizzare i Terricci nelle Colture Protette?

Le coltivazioni in ambiente confinato quale la serra, presenta aspetti particolari stante le condizioni climatiche particolari che si realizzano all’interno di essa. Alti livelli di umidità, escursioni termiche non controllate, densità colturale elevata, richiedono perizia e preparazione adeguata da parte di chi coltiva.

Fondamentale è l’utilizzo di substrati colturali specifici, atti soddisfare  esigenze del tutto particolari. Agricola 2000 produce substrati specifici come:

1. Substrato 1 semina. Per la semina in alveoli e contenitori di piccole dimensioni. E’ specifico per la semina in contenitori o pack. L’apporto di un mix di sabbie vulcaniche assieme a torba bionda calibrata 0-5 mm, garantisce drenaggio e ossigenazione, fondamentale in un ambiente così ristretto. Evita marciumi radicali e marciumi del colletto.
2. il Substrato 2 piante annuali viene invece utilizzato nei trapianti e nelle coltivazioni in vaso fino a cm 17 di diametro. La pomice 3-8 mm che qui viene unita alla torba bionda 0-40 mm, ha funzione simile a quella della Perlite. Rispetto ad essa la Pomice ha una microporosità interna che gli permette di conservare una riserva d’acqua ed allo stesso tempo favorire migliore ossigenazione alle radici
3. il Substrato 3 piante perenni ha il suo impiego in vasi oltre i 17 cm di diametro. Sia la torba bionda utilizzata che la pomice hanno una granulometria maggiore rispetto al Substrato 2 allo scopo di accentuare il drenaggio e la circolazione dell’aria a livello radicale. La presenza di pomice 6-14 mm assicura nel tempo queste due importanti caratteristiche, limitando l’insorgenza di malattie fungine.

L’acidità o PH dei vari substrati è specifica per tipo di coltura. Lo stesso dicasi per l’apporto di NPK (azoto fosforo potassio) e microelementi (fe-bo-cu-zn-mo-mg-mn)