Terriccio giardini pensili

Scopri i nostri terricci ed il loro utilizzo.

Terriccio per giardini pensili

Già i Babilonesi pensarono di realizzarli precorrendo secoli e secoli di storia. Oggi realizzare un parco od un giardino ove non si pensa, proprio sul tetto della propria casa o del proprio condominio, è una tendenza che si sta affermando sempre di più. 

Anche tu puoi scegliere se destinare il tuo terrazzo ad un uso ornamentale o quello utile di un orto, dove potrai coltivare ed godere dei tuoi ortaggi preferiti ottenuti in coltivazione biologica. Avrai un cibo sano e naturale sulla tua tavola ed unirai il piacere di veder crescere, fiorire e fruttificare le tue piante a quello di gustare cose genuine. Se ami la natura e te stesso diverrà il tuo hobby  preferito che gioverà alla tua salute fisica e mentale.

Chi vive in città sa quanto l’aria sia inquinata dagli scarichi delle auto e da quello di attività industriali, tanto che periodicamente occorre porre divieti di circolazione al traffico.

Ebbene, come meglio contrastare lo smog e l’inquinamento della città ricreando un oasi di verde ossigenante proprio nel cuore di essa? 

Le piante, si sa assorbono anidride carbonica restituendoci ossigeno. Con un giardino pensile contribuirai a rendere l’aria della tua città pulita!

Chi ha avuto la fortuna di visitare i luoghi dove si è espressa la civiltà Vichinga, avrà notato come in ogni tetto delle loro abitazioni ponevano uno strato di terriccio allo scopo di ricoprirlo con una coltre verde. Era così che realizzavano una ottima coibentazione a proteggere dai rigidi freddi invernali ma anche da caldo dell’estate. 

Dunque un giardino pensile non solo contrasta le emissioni di anidride carbonica liberando ossigeno, ma rappresenta un ottimo sistema di coibentazione facendoti risparmiare sui costi di riscaldamento e climatizzazione.

Utilizzando un mix di preziosi Granulati Vulcanici ricchi di Zeolite, uniti alla Torba Bionda, HUMUSUN GIARDINI PENSILI ricrea in un ambiente circoscritto quanto di cui le radici delle piante hanno bisogno mantenendo nel tempo una struttura fisica drenante e sufficientemente ossigenata. Riuscirete così a realizzare un manto erboso, ad impiantare arbusti o alberi con risultati sorprendenti e ad averli rigogliosi come nel loro ambiente naturale.

Viene di norma impiegato sopra uno strato drenante di Lapillo Vulcanico di 15 centimetri per formare uno spessore che va dai dieci centimetri in su a seconda del tipo di specie da impiantare. 

E’ un substrato destinato all’uso professionale certificato a norma UNI 11235. Viene fornito in sacchi da lt 70, in big bag da lt 2.000 ma anche alla rinfusa per usi massivi. E’ destinato alle imprese di giardinaggio e agli operatori del settore edile ma anche a tutti coloro che desiderano il ritorno del verde e della natura sul cemento e vogliono contrastare l’inquinamento.

Giardini pensili realizzati a Bologna tramite impresa edile Di Napoli Costruzioni